previous icon Torna al blog
Feb 24, 2023
5 minuti letti

Chatbot integrati nella base di conoscenza interna: come migliorare le operazioni aziendali

Nel mondo aziendale si presenta spesso questa dinamica: si è ben consapevoli della necessità di un team di assistenza e di comunicazioni con i clienti che siano individuali e personalizzati, ma non sempre si ha il tempo o la capacità di gestirli. A tal fine, molti optano per implementare una base di conoscenza interna affidabile con una funzionalità chatbot integrata.

Nelle aziende di oggi c’è spazio per i chatbot integrati in una base di conoscenza interna? Si tratta di una soluzione praticabile? Questo sistema può fare davvero la differenza per le operazioni aziendali? In questo articolo rispondiamo ad alcune di queste domande.

Perché utilizzare una base di conoscenza interna?

Una base di conoscenza interna è un hub centralizzato che contiene le informazioni aziendali, dai dati sui clienti, ai prezzi, a tutto ciò che sta nel mezzo. I vantaggi di conservare questi dati fondamentali in un unico luogo sono svariati, non ultimo il fatto che l’intero team può accedere alle medesime informazioni in qualsiasi momento. Questo database dinamico aggiorna immediatamente tutti gli utilizzatori quando vengono apportate modifiche, consentendo loro di lavorare con un’unica fonte di informazioni.

Che tu gestisca una grande organizzazione o un’impresa più piccola con un team da remoto, senza dubbio la possibilità di accedere agli stessi dati contemporaneamente ti dà una veste molto professionale.

Cos’è un chatbot integrato nella base di conoscenza interna?

Quando pensiamo ai chatbot, immaginiamo automaticamente quelli utilizzati per le comunicazioni front-end, che stanno tra il cliente e il call center e si occupano di coltivare nuovi contatti quando il team di assistenza non è operativo. Tuttavia, gli stessi processi si possono applicare anche internamente: tutto il team può accedere a qualsiasi informazione o avvalersi di sistemi automatici intelligenti facendo domande a un amichevole chatbot “che sa tutto”.

Anche se non è un requisito obbligatorio, molte aziende hanno scelto di programmare il proprio chatbot in modo che “gli piaccia chattare”. Infatti, un chatbot con una “personalità” amichevole, arguta e coinvolgente piace ai dipendenti e rende ogni interazione molto più gradevole. Un esempio? Rose, la chatbot amichevole e sbarazzina del Cosmopolitan Hotel a Las Vegas, che è riuscita a incoraggiare gli ospiti a spendere oltre il 37% in più!

Come puoi migliorare i processi aziendali con un chatbot integrato nella base di conoscenza interna?

L’incremento di velocità ed efficienza è uno dei principali fattori che contribuiscono alla crescita e al miglioramento aziendale, una funzione che i chatbot integrati nelle basi di conoscenza offrono in abbondanza.

Considera i seguenti aspetti:

Formazione dei dipendenti

L’assunzione di nuovo personale richiede molto tempo e fatica per aiutare i dipendenti ad adattarsi al nuovo ruolo e formarli a sufficienza. Di solito, i ruoli del servizio clienti sono interessati da un tasso di abbandono più alto rispetto ad altri settori, quindi ha senso dare la priorità alla loro formazione e ridurre il carico di lavoro del personale senior, perché si dedichi ad attività maggiormente incentrate sui clienti. In questo senso, un chatbot integrato nella base di conoscenza interna può guidare i nuovi assunti nell’utilizzo di processi e procedure, nell’individuazione delle informazioni e nell’uso dei nuovi sistemi.

Semplificazione dei sistemi

Quando è integrato nella tua base di conoscenza interna, un chatbot odierno lavora al pari di due assistenti personali estremamente efficienti per aiutare tutti i membri della tua organizzazione. Questi chatbot sono in grado di gestire calendari, ricordare le riunioni alle persone e ai team, nonché individuare e organizzare la documentazione. In più, è possibile programmarli in modo che funzionino all’interno di un reparto di risorse umane complesso.

Per quanto sia efficiente il tuo team di assistenza, è impossibile che una sola persona sappia tutto. Quindi, lascia che il tuo chatbot faccia un passo avanti e fornisca a chiunque le richieda le informazioni più aggiornate su prodotti, prezzi, sedi, clienti, normative e molto altro.

Servizio clienti

Naturalmente, nel mutevole mondo aziendale di oggi, è fondamentale avere un servizio clienti eccellente. Pertanto, una funzionalità che fornisca a ogni dipendente le stesse risposte e poi spieghi loro come usare questi dati ai sensi delle normative aziendali consente di mostrare ai clienti un fronte unito e altamente qualificato. Inoltre, è possibile usare i chatbot per rispondere alle richieste sullo stato degli ordini, nonché per fornire dettagli sul tracciamento, aggiornamenti sui progetti e comunicazioni di follow-up.

Tuttavia, per quanto un chatbot possa essere utile e intelligente, la sua qualità è legata a quella delle informazioni che fornisce. Perciò, se viene abbinato a una base di conoscenza interna affidabile, è in grado di arricchire, migliorare e aggiornare le informazioni aziendali in base alle sue interazioni con i clienti. I chatbot possono diventare dei “mostri di bravura” nella raccolta dei dati, assorbendo informazioni come il comportamento di acquisto dei clienti, i problemi più comuni e i messaggi di marketing più efficaci.

Alleggerire il carico di lavoro

I chatbot basati sull’IA alleggeriscono il carico di lavoro del servizio clienti rispondendo alle domande più comuni, senza la necessità di ricorrere a interazioni umane. Una risposta rapida e immediata alle FAQ mantiene i clienti soddisfatti e permette al tuo team di non “affogare” nelle richieste. In più, consente allo staff di entrare meglio nel ruolo di addetto all’assistenza per risolvere problemi più complessi e dedicarsi ad attività aziendali innovative.

Collaborazione interfunzionale

Sappiamo bene che una struttura organizzativa a compartimenti stagni o frammentata può essere deleteria per il flusso operativo. Perciò molti titolari di aziende smart fanno uso di chatbot integrati nella base di conoscenza interna per la collaborazione fra team. In questo modo, ogni reparto può condividere e aggiornare facilmente le informazioni, portando a una migliore comprensione e a una maggiore efficienza fra i team.

Operatività 24/7

Quando gestisci un team da remoto o il tuo staff si trova in fusi orari diversi, la funzionalità chatbot risulta davvero utile. Il tuo chatbot è sempre attivo, in continuo aggiornamento e comunica costantemente allegria. In più, è pronto e disposto a lavorare in qualsiasi momento, anche in orari poco ortodossi.

Un milione di volte più di un chatbot

Se stai considerando la possibilità di implementare un chatbot basato sull’IA, che sia per i tuoi clienti o le tue operazioni interne, possiamo assicurarti che sei sulla strada giusta. Offrire al tuo staff, a prescindere da dove si trova, un accesso accurato e in tempo reale a informazioni, dati, normative e sistemi coerenti è sempre una scelta azzeccata. Migliorare ulteriormente la situazione grazie a un assistente virtuale che comunica allegria diventa una specie di “superpotere”.

Vorresti migliorare i flussi di lavoro e il servizio clienti, nonché dare un impulso alla produttività all’interno del tuo team grazie al nostro cloud per l'IA conversazionale?

Was this article interesting?
Share it!
CM.com
connects tens of thousands of companies with millions of consumers via their mobile phone each day. Behind the scenes, from our innovative platform, CM.com makes sure companies can use these millions of messages, phone calls and payments to become part of people’s lives.

Articoli Correlati

Generative AI chatGPT blog about new updates
Jun 21, 2023 • AI Conversazionale

I prossimi passi di CM.com nell'IA Generativa: Le prossime novità per il 2023.

Il mercato dell'Intelligenza Artificiale Generativa ha registrato una crescita significativa, con oltre 14,8 miliardi di dollari di capitale di rischio investiti nelle startup che sviluppano i propri prodotti basati su Grandi Modelli Linguistici: come il ChatGPT di OpenAI e altri strumenti di generative AI. Lo spazio sta vivendo un boom, come dimostrato dall'elevato numero di registrazioni di domini web nel settore ogni settimana. La sfida chiave per la maggior parte delle aziende è comprendere cosa spingerà avanti i loro affari.

customer service trends 2023
Apr 03, 2023 • Esperienza del cliente

Tendenze del servizio clienti per il 2023

Negli ultimi due o tre anni il settore del servizio clienti ha dovuto affrontare un buon numero di sfide, a causa dei cambiamenti forzati legati alla pandemia di COVID-19, che in alcuni casi sono diventati permanenti. I problemi con la catena di approvvigionamento, l’inflazione e l’aumento del costo della vita hanno gettato benzina sul fuoco e comportato difficoltà significative per un settore già sovraccarico.

openai-llms-blog-image
Mar 22, 2023 • AI Conversazionale

Implementare Grandi Modelli Linguistici e AI generativa: le prime funzionalità di CM.com.

Oggi CM.com ha presentato grandi novità per Conversational AI Cloud e Mobile Service Cloud. In Conversational AI Cloud, è stata introdotta un'intelligenza artificiale generativa per creare flussi conversazionali e il modo in cui classifichiamo gli intenti è stato completamente rivoluzionato, migliorando ulteriormente la multi-engine NLU di Conversational AI Cloud. Anche su Mobile Service Cloud è stata introdotta una novità: gli agenti potranno ricevere riassunti delle conversazioni avute con i clienti sulla piattaforma. Preparati per una nuova esperienza conversazionale!

CM.com ChatGPT blog logos
Mar 22, 2023 • AI Conversazionale

Il potenziale di ChatGPT e dei Grandi Modelli Linguistici: la prospettiva di un Product Manager.

Con ChatGPT, sembra che ci stiamo avventurando in un mondo completamente nuovo. Chiunque può fare domande e impartire comandi a ciò che viene percepito come un chatbot "onnisciente". In una sola settimana, ha acquisito 1 milione di utenti attivi. I colossi tecnologici sono stati scossi con Google che ha introdotto il suo "Bard" basato su LaMDA e Bing Search che ha incorporato il GPT-4 con Bing Chat. Non sembra esserci limite all'entusiasmo. Ma cosa è ChatGPT? Cosa significa per le aziende? Ne abbiamo discusso con Arman van Lieshout, Product Manager di CM.com per la nostra soluzione di intelligenza artificiale conversazionale.

eCommerce Add On Tech Stack blog image
Mar 15, 2023 • Chatbots

I vantaggi dell'integrazione di un chatbot nella tua attuale infrastruttura tecnologica

In CM.com, abbiamo notato che sempre più persone sono interessate ad utilizzare il nostro chatbot come canale di comunicazione virtuale per aiutare ad ottimizzare le loro pratiche di eCommerce e migliorare l'esperienza complessiva offerta ai loro clienti. Tuttavia, abbiamo anche notato che uno o due dei nostri clienti non sono sicuri se dovrebbero sostituire i loro sistemi attuali per farlo.

what-can-an-ai-chatbot-app-do-for-your-customer-call-centre
Mar 13, 2023 • Chatbots

Quali vantaggi offre un’app chatbot IA al tuo call center?

Le aziende stanno acquisendo sempre più familiarità con i chatbot e lo stesso vale, senza dubbio, anche per i loro clienti. Infatti, i consumatori di oggi si aspettano di interagire con questa tecnologia su molti canali, da Facebook a WhatsApp. Si tratta di uno strumento certamente utile ed efficiente.

personalization-ecommerce
Mar 08, 2023 • Commercio Conversazionale

Personalizzazione nell’e-commerce: non basta chiamare per nome il cliente

Chi lavora nel settore dell’e-commerce sa bene che la personalizzazione è importante. È la strategia giusta per conquistare la fiducia dei clienti e offrire loro un’esperienza senza preoccupazioni, comunicare messaggi significativi e aumentare gli acquirenti web abituali. Pochi, però, si rendono conto di quanto sia ampia la portata della vera personalizzazione.

difference-between-voicebot-vs-ivr-blog
Feb 27, 2023 • AI Conversazionale

Bot vocali vs IVR nei call center di oggi

Non sarebbe affascinante studiare come dare un valore monetario alla velocità del servizio clienti? Quanto pensi che possa valere per la tua azienda indirizzare i clienti nel modo giusto e il più velocemente possibile, per risolvere i loro problemi in tempi record?

msc blog top ten
Feb 27, 2023 • Chatbots

Un approccio ibrido tra live chat e chatbot

Se la tua strategia per l’assistenza non include la live chat, potresti perdere l’opportunità di dare un grande impulso ai punteggi di soddisfazione dei clienti. La live chat, infatti, offre tempi di attesa brevi e la possibilità per i clienti di proseguire la giornata mentre il tuo team risolve i loro problemi. Tuttavia, potrebbe rivelarsi un peso per gli addetti all’assistenza, poiché spesso trascorrono buona parte del tempo a gestire domande ripetitive a cui è facile rispondere ma che richiedono tempo per essere risolte.

Is this region a better fit for you?
Go
close icon